Una giornata,  quella di ieri 12 marzo al San Sabino, che la società rossoblu non dimenticherà.

basile presidenteUn discutibile rigore concesso dall’arbitro ha cambiato le sorti della gara che per tutto il primo tempo sino alla rete non ha visto alcuna differenza tra il Canosa Calcio 1948 , bassa in classifica  e la Nuova Molfetta che si fregia di essere in zona play off.

Ciò che non si dimenticheranno saranno la mancanza di professionalità e sportività.

Ecco le affermazioni a caldo del presidente Pietro Basile:

Queste cose cominciano a stancare. Facciamo sacrifici per portare avanti la squadra, e poi tutto viene vanificato da una categoria arbitrale che io considero assolutamente non all’altezza della situazione. Il problema è che succede sempre contro le stesse squadre, cioè quelle che viaggiano nei bassifondi. Oggi il rigore fischiatoci contro è inesistente, è un’invenzione dell’arbitro, così come successo domenica scorsa ad Altamura. Se in Federazione hanno già deciso le squadre che devono salire e quelle che devono scendere ce lo dicessero. Già l’anno scorso abbiamo vinto i playoff e per la prima volta la squadra che vince i playoff non è salita in Eccellenza: si sono inventati una classifica a quattro non facendoci salire. Quest’anno sta succedendo di tutto e di più, tra fuorigiochi e calci di rigore inventati ne stiamo vedendo di tutti i colori. Tutto ciò non è corretto nei confronti dei tifosi, che spendono soldi per starci accanto, e non è corretto nei confronti della città. Siamo stanchi di subire“.

Advertisements